VAJO DELL'ORSA
fotoalbum | link meteo | infocanyon AIC
Catasto AIC VR001
Comune Ferrara di Monte Baldo - VR
Quote Ingresso 650 m
Uscita 200 m
Dislivello 450 m
Sviluppo 5 Km
Tempi Navetta 26 Km circa, oppure 1 h 30 circa a piedi
Avvicinamento 30 min
Progressione 4 - 5 h
Ritorno 10 min
Interesse Nazionale
Difficoltà v3 a3 IV
Numero calate 38, max 27 m
Corde consigliate 1 da 60 m
Periodo Da giugno a settembre
Vie d'uscita Si, dopo la parte fortemente inforrata
Materiali Muta completa
Cartografia  Visualizza la cartina
Coord. punto d'accesso al greto  
Coord. punto d'abbandono del greto  


Presentazione generale

Forra molto bella e conosciuta (apparsi articoli su ALP e riviste tedesche) , attualmente molto frequentata (la scorsa estate circa 400 persone) anche da gruppi accompagnati da guide alpine. Canyon profondamente inciso nei calcari del monte Baldo , presenta una bella varietà di ambienti: salti, toboga, camminate.

Accesso a valle

Dall'uscita di AFFI dell'autostrada A 22 , andare verso Brentino-Belluno Veronese, seguendo la sinistra Adige (destra orografica). Giunti a Brentino proseguire ,oltre il centro abitato, per via C. Battisti e poi per via Molini e continuare brevemente su strada asfaltata , poi bianca, verso la centrale elettrica: quì parcheggiare la 1° auto (spazio limitato).

Accesso a monte

Da Brentino tornare indietro verso Affi e girare, dopo 10,9 km, a destra verso Ferrara di Monte Baldo. Superare il paese di Spiazzi e giungere a Fraine di Sotto (cartello giallo con indicazione: torrentismo-vajo dell'orsa). In totale sono 26 km di auto. Lo spazio per parcheggiare è limitato: vi preghiamo di osservare il massimo rispetto per i prati e le proprietà!

Accesso a piedi

Se non si dispone di due auto , è possibile risalire a piedi in circa un'ora e mezza fino al punto del cavo d'acciaio sù indicato: dalla centrale si ritorna in centro paese e si inizia a salire lungo il bellissimo sentiero n° 73 che porta fin sotto al Santuario della Madonna della Corona , luogo di culto venerato da secoli. Poco prima del Santuario, superata una nicchia con Madonna (stretta scalinata: bella visione sul vajo), si prende sulla destra il lungo sentiero turistico, attrezzato con corrimani, che conduce al punto d'inizio sopra citato.

Avvicinamento

Dall'abitato di Fraine, seguendo i numerosi segnavia procanyon in circa mezz'ora di discesa si raggiunge il corso d'acqua: seguirlo verso valle lungo le evidenti tracce di sentiero fin oltre un cavo d'acciaio che attraversa il torrente.

Profilo della forra
Visualizza il profilo (147 KB)

Informazioni utili

A Ferrara c'è una piccola diga , con paratia ad apertura automatica. L'impianto è comunque gestito e controllato da Enel Green Power di Feltre, tel 0439-497101.

Inoltre se non si dispone di due auto e non si vuole cmq salire a piedi , un tal sig Isacchini (tel 335-6101856) di Brentino è disponibile ad un servizio taxi.